Gli astri e l’oroscopo: sono attendibili?

GLI ASTRI E L’ASTROLOGIA

Parlare di astri in sè non ha nulla di paranormale o astratto. Il termine racchiude, infatti, qualsivoglia oggetto che riusciamo a vedere in cielo, a occhio nudo e non. A tal proposito, infatti, l’astronomia è la scienza che si occupa dello studio e dell’osservazione delle caratteristiche e degli eventi collegati a pianeti, satelliti, stelle, galassie, ecc.

L’ASTRONOMIA

Cosa ben diversa dall’astrologia è l’astronomia che è ritenuta una pseudoscienza volta a interpretare l’influenza degl’astri, o meglio delle stelle, sull’umanità. Anche se questa non ha nessuna valenza scientifica essa era radicata in pressocchè tutte le civiltà antiche, le quali, avevano ognuna un diverso modo di “leggere” queste possibili inflessioni.
Nel mondo occidentale, sappiamo che è stata fortemente indirizzata, ad esempio, dai babilonesi: popolo molto attento e curioso nell’osservare e interpretare costellazioni, stelle e pianeti. Altre importanti tradizioni astrologiche provengono dai mondi orientali come l’astronomia cinese e mediorientali come quella indiana.

OROSCOPO E SCIENZA

L’oroscopo è il prodotto sicuramente più conosciuto e famoso dell’astronomia: assegna un determinato “segno” dello zodiaco in base al periodo dell’anno in cui si è nati, ognuno ha una durata di 30/31 giorni, e va dal 21 del mese al 20 del mese successivo e “pretende” di prevedere come le stelle influenzeranno la giornata in base al relativo segno.
I segni zodiacali, almeno nell’oroscopo occidentale, sono 12 come i mesi dell’anno, ci sono dei siti in cui poterlo leggere quotidianamente come ad esempio oroscopodelgiorno.com.
Il calendario zodiacale è designato in base alla posizione del sole rispetto alla varie costellazioni da cui, peraltro, prendono il nome gli omonimi segni. Capricorno, Acquario, Ariete.
Tuttavia, però, questo non corrisponde al reale calendario solare delle costellazioni. Difatti, astrologicamente, il sole è presente nelle varie costellazioni in periodi sempre diversi (che variano dai 5 ai 45 giorni) e quindi è impossibile far combaciare il periodo astronomico col reale periodo, scientificamente provato, astrologico.

DI CHE SEGNO SEI?

E’ assai difficile che ognuno almeno una volta, nella vita non si sia informato o tantomeno venuto a sapere per terze vie, del proprio segno zodiacale. L’oroscopo quotidiano che dovrebbe illuminarci e renderci partecipi delle tre varianti più importanti della nostra giornata (amore, lavoro, salute), possiamo di solito trovarlo in tutti i quotidiani, e persino nell’apertura dei primissimi tg della televisione.
Anche essendo frutto di una pseudoscienza, non è affatto trascurabile, statistiche alla mano, la percentuale di persone che ritengono affidabile o comunque, meritevole di attenzione, le previsioni dell’oroscopo sulla giornata rispetto ai vari segni.
Per questo motivo esiste anche un business abbastanza solido e stabile di vari astrologi che, in televisione o su riviste specifiche, esternano le proprie previsioni. E ovviamente, tra i fedeli dell’oroscopo, ognuno ha le proprie preferenze.
Che sia affidabile o meno è una questione che facilmente si perde in un’altra: ci si crede o no?
Scommetto che una persona che ci crede abbia modo di ritenere molto più affidabili e credibili le indicazioni dell’oroscopo rispetto a uno scettico.
Del resto però è abbastanza difficile o, se vogliamo, poco logico ritenere che a centinaia di milioni persone che, ad esempio, sono del segno dei Pesci accade quello stesso giorno le stesse identiche cose previste. De gustibus, ma in fin dei conti, che male ci sarebbe?

Reply